RADIO PETRUSKA

Il Plasma. Il Sole. La Terra. Con MER/Dr. Stefano Alberti, fisico, Centre de Recherche en Physique des Plasmas, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, e Markus Zohner | 01:08:37

Il Plasma. Il Sole. La Terra.

Con MER/Dr. Stefano Alberti, fisico, Centre de Recherche en Physique des Plasmas, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, e Markus Zohner

Il tema di questo podcast è di quelli che scottano. E tanto anche, fino a 15 milioni di gradi! Il ticinese Stefano Alberti, un po‘ fisico e un po‘ pazzo alchimista, ci racconta in maniera dettagliata ma semplice come è nato il nostro Sole, la stella che con la sua luce e il suo calore ha reso possibile la Vita sulla Terra.

Tutto è cominciato 4,5 miliardi di anni fa. Una protostella, ovvero un enorme ammasso di gas, ha cominciato ad addensarsi, fino a collassare. Le altissime temperature hanno dato il via ad una serie di reazioni, che hanno reso il Sole così come lo conosciamo noi oggi.
Ma vi siete mai chiesti che cos’è, il Sole? A noi sembra qualcosa di gigantesco, eppure in confronto ad altre stelle non è né così grande né così goloso: brucia lentamente e per altri 4,5 miliardi di anni continuerà a fare il suo dovere.

Alberti ci racconta la fisica e la chimica del Sole come se stesse parlando di cucina. Una zuppa di plasma, un po‘ di idrogeno, portiamo tutto a milioni di gradi ed ecco l’elio! Facile, no? Tanto che quasi quasi si potrebbe provare a cucinare un Sole anche qui, sulla Terra. Se vi sembra un’idea folle, non lo è sembrata ad Alberti e al suo team: stanno davvero lavorando a un „Sole in scatola“.
Per farne cosa? Per scoprirlo, mettetevi le cuffie e schiacciate play!


Nel quarto dei incontri, entrando nel nostro sistema solare, Markus Zohner insieme a Dr. Stefano Alberti del Centre de Recherche en Physique des Plasmas, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne indagono sul plasma nell’universo e nelle stelle, sul nostro sole, sulla sua storia, sul suo presente ed il suo futuro.
Come funzionano i processi fisici nel sole, perchè avviene la fusione termonucleare, e come sono fatti il suo campo magnetico, le macchie solari, il vento solare, le tempeste solari?
Dal sole, cosa arriva precisamente alla nostra terra, quali sono i raggi visibili ed invisibili, e cosa ci protegge dai raggi letali che per millioni di anni hanno impedito lo svilluppo dela vita sulla terra?
E infine: è possibile ricreare il sole sulla terra; come funzionerebbe la fusione nucleare per confinamento magnetico, e sarebbe fattibile?
Sarà la salvezza per il fabbisogno di energia dell’umanità?

Dr. Stefano Alberti, Markus Zohner Arts Company

Dr. Stefano Alberti
Dopo aver frequentato la Scuola Arti e Mestieri di Bellinzona, dove ho ottenuto il diploma di elettromeccanico nel 1977, mi sono iscritto il Technicum di Bienne dove ho conseguito nel 1980 il diploma d’ingegnere ETS in elettrotecnica. In seguito mi sono iscritto all’EPFL nella sezione di fisica, dove ho ottenuto il diploma di fisico nel 1985 e completato un lavoro di dottorato nel 1991. Ho passato due anni all’MIT di Boston e dal mio ritorno all’EPFL faccio ricerca al CRPP nel campo della fisica del plasma applicata alla fusione termonucleare per confinamento magnetico. In parallelo alle attività di ricerca mi dedico all’insegnamento della fisica del plasma nella Facoltà di Scienze di Base dell’EPFL.


LA CREAZIONE DEL MONDO
DAL BIG BANG AL PENSIERO UMANO
MILLE DOMANDE A GRANDI SCIENZIATI CHE SONO ALLA RICERCA DELLE ORIGINI DEL TUTTO

Cosa era in principio, se non la parola?
Cosa significa la creazione del tempo, dello spazio, della materia? Perchè nell’ Universo sembra esistere più materia che antimateria? Cosa sono i superammassi, come nascono le galassie e cosa fa esplodere una supernova? Perchè e come si forma una stella, e i pianeti sono le briciole? Ma di che cosa? Nel nostro Sole si trovano gli stessi elementi che si trovano sulla Terra? È possibile riprodurre le reazioni fisiche del Sole in laboratorio? Potrebbe questo risolvere le nostre richieste energetiche? Cosa è stato esattamente a far nascere la vita? Da dove, originariamente, arriva il materiale del quale siamo fatti? Come si è creata l’atmosfera della Terra e quanto è stabile il suo equilibrio ecologico? Quante persone il pianeta potrà ancora sopportare? Le piante hanno un’ intelligenza? Perché e in che momento è nato il pensiero umano?
Chi siamo, dunque?

Mille domande per indagare sulla nostra storia, sulla nostra provenienza, sulla nostra esistenza.
Sette incontri di Markus Zohner con grandi scienziati che sono alla ricerca delle origini del tutto.
Tutti i sette eventi sono stati registrati per RADIO PETRUSKA e fanno parte del nuovo progetto pluriennale LA CREAZIONE DEL MONDO della Markus Zohner Arts Company.

Per decine di millenni, l’uomo si è spiegato i fenomeni naturali, la storia del mondo e la propria storia, attraverso delle entità invisibili, che, esistendo in dimensioni non accessibili a lui, erano responsabili della nascita di tutto, creavano le forze della natura, con miracoli le manipolavano, e infine fornivano le ragioni dell’origine degli esseri viventi e dell’uomo stesso. E l’uomo, connettendosi a queste entità, attraverso di loro si è dato dei codici etici, delle regole di comportamento, di convivenza, di socializzazione, si è dato dei valori. Fornendogli spiegazioni sia sui fenomeni naturali, sia sulle ragioni degli avvenimenti naturali e sociali, queste entità, per tutti i millenni hanno dato all’uomo un senso alla sua vita, alla sua esistenza e all’esistenza del tutto.

Negli ultimi secoli soltanto, la scienza ha fatto recedere postulati sul divino, in 100 anni ha rivoluzionato l’immagine propria dell’uomo e della sua esistenza sulla terra e nell’universo, negli ultimi 15 anni le scienze in tutti i campi hanno esplorato e scoperto in maniera sempre più vasta e profonda l’universo macroscopico e microscopico, sono riuscite ad atterrare su una cometa e a decifrare i codici della vita umana nel DNA.
Non solo per l’uomo di oggi è praticamente impossibile riuscire a seguire gli sviluppi scientifici e rimanere aggiornato sulle continue scoperte in tutti i campi, ma, insieme all’accelerata scoperta dell’universo, del mondo e della vita, con velocità vertiginosa le spiegazioni dei millenni passati e le storie correlate alle entità invisibili perdono la loro ragione di esistere nel mondo reale, e diventano fantasia, poesia, storia culturale, ricordo.
E insieme alla stessa velocità con la quale la scienza sta polverizzando le spiegazioni divine della creazione, della nostra realtà e delle nostre origini, i valori etici che l’uomo aveva affidato alle entità invisibili vanno a cadere, ed è sorto il bisogno di trovare nuove coordinate per una convivenza, per un’etica, per dei valori umani e sociali, per trovare dei nuovi punti di riferimento.

...mandatemi la vostra newsletter!